Crea sito

Cibi della Salute

La Natura ci fornisce tutto ciò di cui abbiamo bisogno, basta conoscerla!

In questa pagina verrano presentati alcuni alimenti elencandone le proprietà benefiche per il corpo e la mente.

Un viaggio alla scopertà dei segreti degli alimenti che vediamo ogni giorno, Buon Appetito!

 

Dioni

Cibi Afrodisiaci

Il cibo è strettamente collegato al piacere. Stessa localizzazione cerebrale, gli stessi circuiti neuroendocrini, gli stessi ormoni che li controllano…vengono stimolate le stesse molecole del cervello.

Con il termine afrodisiaco si intendono tutte quelle sostanze come bibite, cibo, odori, erbe, spezie, ecc. che favoriscono lo stimolo sessuale.  

I cibi afrodisiaci non sono certamente un'invenzione moderna. La loro origine risale fin dalle antichità, dalla cultura Egiziana, Greca e Romana. Il termine afrodisiaco infatti data almeno 5.000 anni e deriva da Afrodite, la dea dell'amore e della bellezza venerata dagli antichi Greci la quale uscì dal mare dentro una conchiglia d’ostrica. In questi periodi, infatti, le persone erano preoccupate per la fertilità e per le prestazioni sessuali più di quanto non lo fossero per la passione, e da qui la ricerca di cibi che potessero aumentare la virilità. Continua a leggere

Limone

Il limone è il frutto di una pianta proveniente dal lontano Oriente. La descrizione delle sue proprietà si può ritrovare nei testi antichi di medicina indiani del terzo millennio a.C. dove viene denominato frutto purificatore dell'alito. Dall'India il limone si diffuse in Cina e nell'Asia Sudoccidentale. La coltivazione si propagò in Mesopotamia e da quelle regioni il popolo ebraico la importò fino in Palestina. I Greci lo consideravano simbolo di fecondità e lo usavano durante le cerimonie nuziali.

Grazie alle sue straordinarie proprietà è considerato un vero e proprio farmaco naturale oltre che un alimento. Basti citare la sua azione fluidificante e purificatrice sul sangue. I componenti acidi del suo succo hanno un'intensa azione batteriologica e gli effetti della vitamina C rafforzano le nostre difese naturali. Il limone ha proprietà digestive, dissetanti, rinfrescanti ma è anche aromatizzante, antireumatico e ipotensivo. Continua a leggere

Arancio

La pianta cresce in Italia, specie nelle regioni meridionali e negli altri Paesi a clima mediterraneo. E’ un albero che raggiunge i 10 – 12 m di altezza, sempreverde, originario della Cina e del Giappone. Fu introdotto in Italia dagli arabi nel XIV sec.

Le arance sono un'ottima fonte di vitamine, soprattutto la C e la A, seguite da buona parte delle vitamine del gruppo B (in particolare Tiamina, Riboflavina e Niacina).
Il consumo quotidiano di 2 o 3 arance consente di coprire il fabbisogno giornaliero di vitamina C.

L’agrume è anche particolarmente ricco di terpeni che, assunti regolarmente in una dieta ricca di frutta e verdura, si rivelano efficaci nella prevenzione dei tumori del colon, del retto e della mammella. Continua a leggere

Noci

La noce è un frutto di cui si hanno testimonianze antiche; pare che provenga dall'Asia e sia stata introdotta in Italia dai greci. La sua pianta è imponente e maestosa, e oltre che per i suoi pregiati frutti è una pianta molto apprezzata per la qualità del suo legno che è molto ricercato.

La noce, oltre a contenere fosforo, calcio, ferro e potassio, è il frutto più ricco di zinco e rame, elementi che solitamente attingiamo dalla carne; motivo per cui le noci sono particolarmente indicate in una dieta vegetariana. Sono un frutto oleoso e di conseguenza ricco di sostanze nutrienti; il loro potere calorico è molto alto, si pensi che ogni 100 grammi di noci fornisce 580 kilocalorie circa. Tra le vitamine sono presenti la A, B1, B6, F, C e P; infine sono molto ricche di grassi polinsaturi che aiutano a combattere l'LDL, meglio conosciuto come colesterolo "cattivo". Continua a leggere

Germe di Grano

l germe di grano, fermo restando che fa bene a tutti, è particolarmente indicato per la crescita dei bimbi, per la dieta degli anziani, per gli sportivi.

Contiene le preziose vitamine del gruppo B (B1, B3, B5 e B6), lecitina, provitamina A, D, ma ciò che più lo caratterizza è la presenza in alta percentuale di vitamina E, che svolge un importantissima azione antiossidante in grado di contrastare il livello dei radicali liberi. Continua a leggere

 

 

 

Cachi

Il cachi (kaki) è il frutto di un particolare albero, di origine orientale molto antica assai diffuso in Giappone e in Cina. Tipico della stagione autunnale, arriva sulle nostre tavole a partire dalla seconda metà di settembre fino almeno a tutto novembre.
La sua polpa è dolce e morbida, il sapore delicato e gustosissimo.
E' un frutto ricco di zuccheri, vitamine e sali minerali, caratteristiche che ne fanno un alimento che: da energia, disintossica, tonifica e protegge (grazie alla sua preziosa azione antiossidante) da malattie e invecchiamento precoce. Continua a leggere

 

 

 

 

Yerba Mate

In Europa, è impiegata per la perdita di peso, per l'affaticamento fisico e mentale, per la depressione nervosa, per i dolori nervosi, per i mal di testa psicogenetici e da affaticamento. E' diventata molto famosa in Germania come aiuto nella perdita di peso, oltre che essere stata oggetto di una monografia in cui venivano elencati i convalidati usi per l'affaticamento fisico e mentale. In Francia è stata approvata come trattamento per l'astenia (debolezza o mancanza di energia), come aiuto nei programmi di perdita di peso, e come diuretico. Compare anche nella British Herbal Phamacopoeia (1996) dove viene indicata per il trattamento dell'affaticamento, per la perdita di peso e per il mal di testa. Negli USA, il dott. James Balch consiglia yerba mate per artriti, mal di testa, emorroidi, ritenzione di liquidi, obesità, affaticamento, stress, stipsi, allergie e febbre da fieno, e dichiara che la pianta “purifica il sangue, tonifica il sistema nervoso, ritarda l'invecchiamento, stimola la mente, controlla l'appetito, stimola la produzione di cortisone, e si ritiene che potenzi il potere curativo di altre erbe”. Oggi yerba mate è coltivata anche in India, e la Indian Ayurvedic Phamacopoeia elenca yerba mate per il trattamento di mal di testa psicogenetici, depressione nervosa, affaticamento e dolori reumatici.

Inoltre uno studio recente dimostra che i principi attivi contenuti nella Yerba Mate distruggono le cellule tumorali che provocano il Cancro al Colon. Continua a leggere

Sesamo

Ottimo ricostituente e per le piastrine del sangue e l’emoglobina; utile per la milza, sistema nervoso, muscoli, pelle, ustioni, porpora emorragica. I semi e l’olio di Sesamo hanno caratteristiche forse uniche.
Probabilmente il detto “Apriti Sesamo” si riferisce alle possibilità nutritive e vitali di questo frutto, che aprirebbe le porte della forza e della vitalità per ogni essere umano ed animale.
L’uso come integratore nell’alimentazione dei bambini, dà risultati eccezionali, sopra tutto nei casi in cui la crescita è inferiore alla norma.
I semi di Sesamo sono una fonte primaria di fattori vitali per adulti ma sopra tutto per i piccoli; essi contengono fattori di crescita, calcio, fosforo, disinfiammanti, tranquillanti, acido linoleico e linolenico, vitamine B, E, T e D, istamina; di fatto è una “pillola” vitaminica e minerale (come tanti altri semi) per la crescita ed il mantenimento della perfetta salute.
Continua a leggere

Gomasio

Il gomasio è una delle più interessanti alternative all'uso del sale, sicuramente la più gradita al nostro palato!

L'etimologia rivela gli ingredienti di questo 'condialimento' giapponese: goma significa sesamo mentre shio significa sale. Nella sua ricetta base è quindi composto da semi di sesamo tritati insieme a sale marino integrale dopo che entrambi sono stati tostati. 

In macrobiotica non è solo un condimento, ma ha anche specifiche funzioni curative. Molte di queste derivano dalle proprietà del sesamo. Continua a leggere