Crea sito

IMPONENTE TEMPESTA SOLARE SI STA DIRIGENDO VERSO LA TERRA. E' SOLO UN'ANTEPRIMA, IL PEGGIO DEVE ANCORA VENIRE

Articolo del 24/01/2012 

Stiamo entrando in quella fase del ciclo solare in cui dobbiamo aspettarci di essere colpiti da molte tempeste solari che possono danneggiare, data la loro intensità, le nostre apparecchiature elettriche.

La più grande tempesta solare dal 2005, è in progresso e continua ad intensificarsi, un'altra espulsione di massa coronale avvenuta alle ore 4:00 UT del 23 gennaio di classe M9 molto vicino all'intensità di un flare di classe X ed è diretta ad alta velocità in direzione della Terra. Le particelle cariche che stanno sfrecciando verso la Terra sono note come emissione di massa coronale, CME, e non ne abbiamo avuta una così profonda dal picco dell'unicesimo anno del ciclo solare.

Il Solar Dinamyc Observatory ha registrato l'evento estremo sulla superficie solare. Da una prima stima dei dati si prevede che l'impatto avverrà tra il 24-25 gennaio 2012. Secondo la National Oceanic and Atmospheric Administration la tempesta è iniziata lo scorso 21 gennaio e durerà almeno fino al 28.

L'intensità dell'attività solare che può portare a grandi tempeste solari segue abbastanza (ma non perfettamente) un percorso coerente nel tempo, che sale e scende secondo i meccanismi che non comprendiamo pienamente. Stiamo proprio ora tornando al tempo di picco di attività solare, quindi potremmo vedere molte più tempeste solari prima di ritornare in pochi anni alla quiete del minimo del ciclo. Se si vuole tenere traccia di questo andamento, visitare Spaceweather.com, che riporta maniacalmente le attività del sole.

Per essere chiariquesta tempestaanche se può causare problemi per alcuni satelliti e renderanno più belle le aurore nelle regioni artiche vicino ai poli magneticidella Terra, ha un valore di intensità apri a S3 su una scala che va da S1 a S5.
 
Che cosa potrebbe accadere se fossimo colpiti da una tempesta molto più grande? Quando è avvenuta una tempesta molto grande nel 1859, c'era così tanta corrente nell'aria che i telegrafi potevano funzionare senza la loro batteria. Sarebbe come se l'aria improvvisamente iniziasse a ricaricare il vostro iPhone. Gli operatori dei telegrafi erano (giustamente) sbalorditi.

Ma quello è accaduto all'inizio della diffusione delle comunicazioni e delle infrastrutture elettriche. I danni derivanti da una tempesta del genere ora sarebbero molto, molto peggiori. La National Academies of Science ha scoperto che se una tempesta come quella del 1859 colpisse di nuovo, potrebbe causare $ 1 trilione (sì,un migliaio di miliardi) di danni.

Fonti:

http://www.theatlantic.com/technology/archive/2012/01/the-big-solar-storm-headed-our-way-is-only-a-preview-of-worse-to-come/251858/

http://www.ecplanet.com/node/3000

Attività Solare    HomePage