Crea sito

Visita del Papa a Milano, tra Aereo a spese dei contribuenti e Indulgenza Planetaria concessa ai partecipanti

Articolo del 05/06/2012

Come spesso accade, il capo di Stato Vaticano, usa aerei della flotta in dotazione alla Repubblica Italiana, ovviamente a spese dei contribuenti italiani, e puntualmente il 30 maggio è atterrato a Linate con uno di questi velivoli.

Tutto normale? Non proprio, ma sappiamo bene che i nostri rappresentanti repubblicani si concedono e concedono al Vaticano, lussi e sprechi alle spalle degli italiani.

Poniamo un esempio semplice, magari anche banale, ma coglie il senso: se veniamo colti a mettere manifesti con parolacce e offese al papa, o qualche giornale pubblicasse tali contenuti oltraggiosi, scatterebbe la denuncia per "Vilipendio a Capo di stato Estero" - Art. 297 Offesa all'onore dei Capi di Stati esteri: Chiunque nel territorio dello Stato offende l'onore o il prestigio del Capo di uno Stato estero e' punito con la reclusione da uno a tre anni.                     

Quindi in questo caso il papa è considerato un capo di stato estero con tanto di reclusione per chi lo oltraggia, ma per l'uso di aerei della Repubblica Italiana, non lo è più, e ne ha diritto come se fosse il capo di stato italiano e non compie reato.

Inoltre Benedetto XVI ha concesso l’indulgenza plenaria ai fedeli che hanno partecipato all’Incontro Mondiale delle Famiglie svoltosi a Milano dal 30 maggio al 3 giugno, al quale interverrà lo stesso Pontefice. Questo il contenuto del Decreto della Penitenzieria Apostolica firmato il 17 maggio dal penitenzierie maggiore card.Manuel Monteiro de Castro e dal reggente mons. Gianfranco Girotti e diffuso oggi dalla sala stampa vaticana.

Premettendo che l’evento di Milano ha “l’intento di indicare come conciliare al meglio le esigenze della famiglia con quelle del lavoro e dei giorni di festa”, il documento spiega che “affinché i fedeli si preparino spiritualmente a partecipare nel miglior modo all’avvenimento, Sua Santità Benedetto XVI volentieri concede loro il dono delle Indulgenze”, in modo che “veramente pentiti e stimolati dalla carità, si dedichino alla santificazione della famiglia”.

L’indulgenza “plenaria” riguarderà i fedeli che parteciperanno a funzioni durante l’Incontro mondiale a Milano e quelli che, impossibilitati a partecipare, si uniranno loro “spiritualmente” con preghiere, in particolare “quando le parole del Pontefice verranno trasmesse per televisione e per radio”. L’indulgenza “parziale” è stata inoltre concessa ai fedeli ogni volta che “pregheranno per il bene delle famiglie”.

Chissà se c'è ancora qualcuno che pensa che la Chiesa sia legata a qualche messaggio spirituale legato a quello che è scritto nei Vangeli...

Attualità     HomePage