Crea sito

Sole: nuova Tempesta Solare ancora più Potente in arrivo

Articolo del 08/03/2012 

Da giovedì 8 a venerdì 9 marzo la Terra è investita da una forte tempesta solare. I miliardi di particelle che si dirigono verso il nostro pianeta alla velocità di 6,44 milioni di km/h sono per la stragrande maggioranza deviati dal campo magnetico terrestre.
Malgrado questo scudo di protezione, potrebbero essere disturbate la rete di energia elettrica, le comunicazioni satellitari, i GPS, le telecomunicazioni, addirittura le attività della stazione spaziale internazionale ISS.
Le compagnie aeree modificano le rotte per evitare le regioni polari, dove i disturbi si concentrano con maggiore intensità.
In questi due giorni vi saranno anche intense aurore boreali, alcune visibili nella regione delle Alpi.

Le eruzioni sul Sole all'inizio della settimana sono state due, ha fatto sapere la Nasa - che le ha classificate nella categoria X5.4, e si sono espanse fino a formare due enormi bolle. La tempesta in atto è più potente di quella del 24 gennaio scorso che gli scienziati del NASA Solar Dynamics Observatory l’avevano classificata come la più grande esplosione solare degli ultimi sei anni.

Essa è composta di tre fasi, ha spiegato Joe Kunches, scienziato della National Oceanic and Atmospheric Administration (Noaa) di Boulder, in Colorado. 
Nella prima, le due eruzioni che si sono mosse quasi alla velocità della luce, hanno raggiunto la Terra martedì 6 sera; nella seconda - che può durare giorni - la radiazione ha colpito il campo magnetico della Terra mercoledì 7. Infine, nella terza la nube di plasma ha raggiunto la Terra giovedì 8 mattina e può interessare le reti elettriche, i satelliti, i Gps più sofisticati (non quelli impiegati nelle auto).

Attività Solare     HomePage