Crea sito

Aziende USA: "Vuoi lavorare con noi? Dacci la tua password FB!"

Articolo del 25/03/2012

Vuoi lavorare con noi? Dacci la password del tuo account su Facebook. E' quello che negli Stati Uniti si sente rispondere un numero crescente di giovani in cerca di impiego. Quando pochi giorni fa Justin Bassett, statistico di New York, si è trovato davanti il capo del personale di un'azienda di Seattle per sostenere il suo colloquio – racconta il Boston Globe - pensava di dover parlare delle proprie esperienze, competenze e aspirazioni. Invece gli è stata posta una richiesta inaspettata: “Mi può dare il suo username e la sua password su Facebook?”. L'uomo aveva appena cercato di visualizzare sul social network il profilo del candidato, che però aveva schermato la maggior parte delle informazioni. Bassett si è rifiutato di dare i suoi dati, ma la pratica di chiedere password di Facebook, Twitter e casella di posta elettronica, diffusa da tempo tra le agenzie governative, in special modo tra quelle che si occupano del reclutamento di personale per la polizia: lo scorso anno il dipartimento penitenziario del Maryland chiese, a oltre 2,500 candidati a posti da sorvegliante, email e password per accedere alle loro bacheche Facebook. Non solo: qualche mese fa la polizia del North Carolina, nel corso di una selezione per impiegati amministrativi, fece compilare un modulo con i dati chiedendo chiaramente password di accesso a tutti i profili social delle persone candidate.
Orla la consuetudine sta ora dilagando anche nel settore privato. Addirittura alcune compagnie non chiedono al candidato di fornire la password, ma di accedere al suo profilo durante il colloquio per dare un'occhiata ai suoi gusti e alle sue abitudini. “E' come chiedere a qualcuno le chiavi di casa – spiega Orin Kerr, ex magistrato e professore di legge della George Washington University – è una violazione della privacy”.

Fonte: http://www.leggo.it

Attualità   HomePage