Crea sito

Sumatra: Terremoto di Magnitudo 8.6, Allerta Tsunami e Continue Scosse

Articolo del 15/04/2012

Mercoledì 11 Aprile alle ore 08:38:37 UTC si è verificato un fortissimo terremoto di magnitudo 8.6 con epicentro nel nord di Sumatra. E' stato avvertito anche a Singapore in Thailandia e nella parte meridionale dell'India. Secondo il presidente indonesiano Susilo Bambang Yudhoyono «non vi sono vittime», in seguito al sisma.

Il centro di allerta tsunami del pacifico ha lanciato l'allarme in seguito al sisma. L'allarme tsunami è stato diramato in tutto l'oceano indiano ed esteso ad una vasta fascia di paesi tra i quali: l'Indonesia, la Thailandia, l'India, l'Australia, fino alle isole Seychelles, la Somalia, l'Oman e il Sud Africa. Le autorità thailandesi hanno chiesto alle popolazioni che vivono sulla costa del mare delle Andamane di evacuare. «Spostatevi in alto e restate il più possibile lontani dal mare», è l'appello del Centro nazionale per la gestione delle catastrofi.

L'area di mare interessata dall'allerta tsunami è infatti la stessa che nel 2004 venne devastata dalla gigantesca onda anomala scatenata da un sisma di 9,3 gradi sulla scala Richter, portando morte e distruzione dall'Indonesia fino alle coste dell'Africa orientale. Solo in Thailandia furono 5.000 i morti, metà dei quali turisti nelle province di Krabi, Phuket e Phangnga sulla costa delle Andamane.

Tuttavia il terremoto non ha provocato il temutissimo tsunami che, come spiega la sismologa francese Susanne Sargeant, che collabora con il Centro di Controllo Geologico del Regno Unito, e' stato 'a scivolamento', vale a dire con un movimento in senso laterale e non verticale.

Per questo non sembra esservi stato alcun significativo spostamento del fondale marino capace di produrre gigantesche onde anomale (al massimo si sono registrate onde di un metro). "Si verifica lo strofinamento di due blocchi, ed e' chiamato terremoto a scivolamento", spiega la Sargeant. "Questo significa che non si e' verificato uno spostamento del fondale.

Anche se un terremoto di tale magnitudo possiede il potenziale per causare un grande tsunami - prosegue - il fatto che non ci sia stato un sommovimento del fondale, vale a dire quello che genera l'onda, indica una bassa possibilita' di genesi di uno tsunami". Il relativo allarme e' comunque stato diramato non solo in Indonesia, ma anche in Thailandia, Malaysia e Singapore, persino in India, nello Sri Lanka e alle Maldive, e da ultimo addirittura sull'isola francese della Riunione, a est del Madagascar.

Alle 15, poi, il centro americano di monitoraggio dello tsunami e quello geofisico dell'Indonesia hanno revocato l'allarme: "I livelli indicano che la minaccia si e' ridotta per gran parte delle aree interessate". L'area dove e' stato localizzato l'epicentro del terremoto principale, 431 chilometri a sud-ovest della citta' di Banda Aceh e a una profondita' di 33 chilometri, e' all'incirca la stessa dell'epicentro del terremoto di magnitudo 9,1 che il 26 dicembre 2004 scateno' un'onda anomala di proporzioni colossali, in grado di seminare morte e distruzione lungo l'intero Oceano Indiano, fino alle coste dell'Africa orientale.


Il 12 Aprile 2012 un disturbo sismico globale viene registrato dalla rete di monitoraggio dell'USGS,l'istituto di sorveglianza geologica degli Stati Uniti: il pianeta nelle ultime 24 ore e' stato investito da uno sciame di potenti terremoti che hanno colpito a macchia di leopardo lungo le maggiori linee di faglia della Terra.I geologi ammettono di essere sconcertati dallo slittamento delle faglie avvenute nel fondale marino di Sumatra,uno spostamento laterale che ha scatenato l'imponente sisma di magnitudo 8,9 che ha procurato un effetto domino che si sta riverberando ancora in questo momento.Le zone a maggiore rischio sismico devono stare in allerta! in particolare lungo le coste del Messico,California,Giappone,Cile,Peru',Nuova Zelanda,Indonesia.

Inoltre oggi 15 Aprile si sono verificate altre scosse a nord di Sumatra tra cui la più intensa è stata di magnitudo 6.2 della scala Richter.

La situazione rimane attiva. Potete monitorare l'andamento dei terremoti a livello globale dal sito http://www.emsc-csem.org/Earthquake/.

Fonti:

http://earthquake.usgs.gov/earthquakes/recenteqsww/Quakes/usc000905e.php 

http://www.emsc-csem.org/Earthquake/earthquake.php?id=262333

http://www.you-ng.it/index.php?option=com_k2&view=item&id=1092%3Asumatra-allarme-tsunami-dopo-il-terremoto-magnitudo-87&Itemid=62

http://www.meteoportaleitalia.it/news-globali/news-globali/news-scientifiche/2418-indonesia-nessuno-tsunami-vediamo-i-perche.html 

Terrarealtime
 
Rete monitoraggio globale USGS
 
http://www.iol.co.za/scitech/science/environment/scientists-baffled-by-indonesia-quake-1.1274359 

Pianeta Terra    HomePage