Crea sito

I Governi sostengono la droga sebbene affermino il contrario

Incredibile vero?

l 90% del business della droga è l’oppio e l’eroina che finanzia la stessa insurrezione talebana contro cui Obama teoricamente sta lottando. Secondo i dati dell’ONU, nell’ultimo decennio, più di un milione di persone sono morte come conseguenza diretta di un overdose di eroina. Ad aprile del 2010, durante una conferenza a Kabul, Victor Ivanov, il direttore del Servizio Federale russo del Controllo delle Dorghe (FSKN), disse che l’oppio afgano crea come minimo 65.000 mila milioni di dollari l’anno in contanti.

Una settimana dopo il suo discorso a Kabul, Ivanov presentò una proposta dettagliata durante la riunione Russia-NATO a Bruxelles il 24 marzo 2010. Si trattava di una campagna definitiva per sradicare la droga, cominciando dall’oppio afgano, organizzazioni che si dedicano al suo trasporto e l’infrastruttura del riciclaggio del denaro su scala mondiale. La proposta di Ivanov venne rifiutata senza commenti da parte della NATO.

A marzo del 2009, Richard Holbrook, inviato speciale di Obama in Afghanistan e Pakistan, oltre che membro del Club Bilderberg ed ex socio del maggior trafficante di droghe attuale, George Soros, annunciò che il governo statunitense abbandonava tutti gli sforzi per sradicare l’oppio, imputandone la causa agli alti costi, la corruzione degli ufficiali del governo di Karzai e l’inefficacia dei metodi usati.

Questa pagina serve a far luce su tutto questo.

Dioni

La regina d'Inghilterra accusata di traffico di droga

La finanza Britannica multa la banca reale d’Inghilterra per riciclaggio di denaro dopo che un candidato Francese alla presidenza ha riferito che le fortune della regina “vengono dal traffico di droga”.

Il Servizio di Autorita’ Finanziaria (FSA) ha multato la banca reale Britannica, la Coutts Bank, per 8,75 milioni di sterline per mancati controlli su individui “esposti alla politica” e la prevenzione al riciclaggio di denaro. Continua a leggere

Eroina afgana sui Voli Militari Britannici di ritorno dal fronte

La notizia rafforza i sospetti sui reali interessi economici che si nascondono dietro la guerra in Afghanistan

La notizia, diffusa dalla Bbc, dei militari britannici e canadesi accusati di trasportare eroina in Europa sfruttando l'assenza di controllo sui voli militari di ritorno dal fronte, non fa che rafforzare i sospetti sui reali interessi economici che si nascondono dietro la guerra in Afghanistan. Continua a leggere

 

 

 

Il segreto della guerra in Afghanistan: il traffico della droga

Il primo prodotto dell’Afghanistan è l’oppio e la produzione di oppio è straordinariamente aumentata durante l’attuale guerra. L’azione in corso della NATO a Marjah è chiaramente motivata dall’oppio. Si dice che sia la principale area di produzione dell’oppio dell’Afghanistan. Perché allora la gente non pensa che il vero scopo della guerra afghana è il controllo del traffico dell’oppio? Continua a leggere

 

 

Afghanistan: Il Regno della Droga

A tre anni dalla caduta dei talebani, il paese è più che mai regno della droga. Il papavero da oppio viene sempre più estesamente coltivato perché è l'unica merce in grado di garantire ai contadini un guadagno sicuro e la sopravvivenza, mentre la povertà è cronica e le alternative sono inesistenti. Così i signori della droga sfruttano la disperazione postbellica per costringere i contadini ad alimentare l'economia dell'oppio.

Sono passati più di tre anni dalla vittoria degli Stati uniti contro i talebani, ma in Afghanistan la produzione di oppio ed eroina continua a crescere. Continua a leggere

NATO: Traffico Internazionale di Droga

In Germania è scoppiato uno scandalo - subito silenziato - che rafforza i sempre più diffusi sospetti sul coinvolgimento delle forze d'occupazione occidentali in Afghanistan nel traffico internazionale di eroina - di cui questo paese è diventato, dopo l'invasione del 2001, il principale produttore globale. Continua a leggere

La Russia vieta alla NATO di trasportare eroina attraverso il suo territorio

In occasione del vertice NATO a Bucarest, nel 2008, il Presidente Dmitrij Medvedev aveva proposto di rendere nuovamente disponibili le linee ferroviarie russe per il trasporto da o verso l’Europa delle attrezzature non letali da o in direzione dell’Afghanistan.

Il 5 aprile 2012, Aleksandr Grushko, vice ministro degli esteri russo dovrebbe diventare, che nei prossimi giorni, il rappresentante permanente della Russia presso la NATO, ha detto in un’intervista a RIA Novosti che il trasporto sarà ora disciplinato da un nuovo protocollo. In base a tale accordo, può essere perquisito dai servizi antidroga. Continua a leggere

Cade in Messico un areo della CIA: trasportava 4 tonnellate di Cocaina!

Diciassette dopo mesi che un DC9 era stato fermato con 5,5 tonnellate di cocaina , un altro scandalo internazionale di grande rilievo si sta preparando dopo un secondo incidente di traffico di droga in Yucatan (Messico) che coinvolge un jet americano registrato e di proprietà di una società di copertura fittizia del genere di solito associata alla CIA.

La visita alla “Donna Blu Aircraft Inc” di Coconut Beach FL, la società che viene registrata sulla FAA proprietaria del Gulfstream II business jet (N987SA) che è schiantato con 3,7 tonnellate di cocaina a bordo in Yucatan in Messico due settimane fa, ha rivelato che l’indirizzo della società è una suite per uffici completamente vuota senza alcun segno o logo di riconoscimento. Continua a leggere