Crea sito

Cambiamenti in atto sul Pianeta Terra

Il nostro pianeta sta cambiando, più velocemente e radicalmente di quello che possiamo immaginare.

Vivendo in aree cementate sradicate dalla natura che ci ha partorito, gli unici mutamenti che percepiamo sono relativi al clima e al meteo: "E' stato l'inverno più freddo che abbia mai ricordato", "Non pioveva per bene da almeno 5 mesi, se non fosse piovuto la siccità sarebbe avanzata con gravissime conseguenze", "Ci sono stati parecchi terremoti".

Questa pagina vuole informare su questo, dare luce a ciò che era stato nell'ombra e che sta emergendo con sempre più chiarezza. Tutti gli effetti sulla Terra dovuti al Sole sono riportati nella pagina Attività Solare.

La vita sulla Terra sta cambiando.

Gli articoli sono ordinati con i più vecchi in cima e i più recenti in fondo.

Dioni

In Arkansas muiono nuovamente migliaia di merli rossi

Articolo del 19/01/2012

Migliaia di merli dalle ali rosse si sono schiantati su una cittadina nel centro dell’Arkansas, Beebe, alla vigilia dell’anno appena passato. È sbalorditivo, ma si è ripetuto l’identico evento del principio del 2011, quando fu diffusa la notizia relativa alla misteriosa strage di pennuti occorsa proprio a Beebe. La moria aveva spinto le autorità del piccolo centro ad imporre il divieto di sparare fuochi d’artificio sabato sera in occasione dei festeggiamenti per il 2012. Il divieto è stato rispettato, dunque non è quindi plausibile che i fuochi siano i responsabili dell’ecatombe. Continua a leggere

La costa della California sta precipitando nell'oceano

Articolo del 20/03/2012

Il 21 novembre 2011 una nuova enorme porzione di strada è crollata e i suoi detriti sono finiti nell’oceano Pacifico.

Da diversi mesi, la costa della California, nelle vicinanze di San Pedro, è colpita da un'enorme frana  che ha le stesse dimensioni della strada a quattro corsie che la costeggia. Ma non solo la strada è a rischio, in realtà tutta la costa è in pericolo di crollare direttamente nell’oceano. Continua a leggere

Un Disturbo Sismico Globale viene registrato sulla rete di monitoraggio!

Articolo del 20/03/2012

Un disturbo sismico globale viene registrato sulla rete di monitoraggio dell sito di sorveglianza geologica dell'USGS i sismografi sembrano impazziti!
Due grandi terremoti ieri sera hanno scosso il pianeta in appena 6 minuti il primo avvenuto un Papua Nuova Guinea di magnitudo 6,2 ed il 7,6 in Messico con epicentro ad 186 km da Acapulco. Continua a leggere

Ecco tutti i cambiamenti straordinari che sono avvenuti finora nel 2012

Articolo del 07/04/2012

Morie di uccelli e pesci, strani suoni provenienti dall'atmosfera uditi in tutto il mondo, grandi terrmoti e tornado, uragani solari e imponenti espulsioni di massa coronale che hanno prodotto delle forti tempeste magnetiche di classe X. Il fiume rosso sangue e strane nuvole che ricoprono città finiscono il cerchio.

Qualcosa sta cambiando radicalmente. Questo video riassume tutto questo e altro che è accaduto nei soli primi tre mesi del 2012. Continua a leggere

Sumatra: Terremoto di Magnitudo 8.6, Allerta Tsunami e Continue Scosse

Articolo del 15/04/2012

Mercoledì 11 Aprile alle ore 08:38:37 UTC si è verificato un fortissimo terremoto di magnitudo 8.6 con epicentro nel nord di Sumatra. E' stato avvertito anche a Singapore in Thailandia e nella parte meridionale dell'India. Secondo il presidente indonesiano Susilo Bambang Yudhoyono «non vi sono vittime», in seguito al sisma.

Il 12 Aprile 2012 un disturbo sismico globale viene registrato dalla rete di monitoraggio dell'USGS,l'istituto di sorveglianza geologica degli Stati Uniti: il pianeta nelle ultime 24 ore e' stato investito da uno sciame di potenti terremoti che hanno colpito a macchia di leopardo lungo le maggiori linee di faglia della Terra. I geologi ammettono di essere sconcertati dallo slittamento delle faglie avvenute nel fondale marino di Sumatra,uno spostamento laterale che ha scatenato l'imponente sisma di magnitudo 8,9 che ha procurato un effetto domino che si sta riverberando ancora in questo momento.Le zone a maggiore rischio sismico devono stare in allerta! in particolare lungo le coste del Messico,California,Giappone,Cile,Peru',Nuova Zelanda,Indonesia. Leggi tutto

La NASA ai suoi dipendenti: "Siate Pronti"

Articolo del 17/04/2012

Gli scienziati sono al corrente dei notevoli cambiamenti che stiamo attraversando in questo periodo, ed è forse per questo motivo che la NASA sta studiando maniacalmente il Sole dopo che un report di 132 pagine spiega come il picco del ciclo undecennale del 2012-2013 potrebbe essere devastante per nostra società basata sulla tecnologia. (Per approfondire: La Nasa preoccupata per le imminenti tempeste solari!)

Nel giugno scorso la NASA ha inviato ai suoi impiegati un video-email chiedendo loro di "organizzarsi ed essere preparati per una prossima emergenza globale e di mettere al sicuro le proprie famiglie… perché, se un impiegato NASA sa che la propria famiglia è al sicuro, svolgerà al meglio il proprio compito…"  Continua a leggere

La terra trema troppo, cosa sta accadendo?

Articolo del 17/04/2012

La Terra trema troppo! Gli scienziati non trovano alcuna spiegazione riguardo ai 39 terremoti che hanno sconvolto il pianeta in soli due giorni. “Qualcosa non va! Ci sono terremoti troppi forti “questo è quanto afferma un sismologo romeno molto famoso, Gheorghe Marmureanu, che trova l’ultimo terremoto indonesiano molto insolito.

La serie di scosse (8.6 e 8.2 sulla scala Richter) che hanno scosso l’Indonesia in questi giorni e altri tre terremoti Poche ore dopo, nel Messico (7, 6.9 e 6.2 sulla scala Richter). Poi altri due terremoti minori si sono verificati in Romania – magnitudo 3.5 sotto il ripiano del Mar Nero e magnitudine 3,5 a Vrancea.

“Un evento straordinario che non può essere spiegato dalla scienza” Continua a leggere

Incredibile in California: 200 metri di spiaggia scomparsi in una notte, sprofondati misteriosamente in mare

Articolo del 17/04/2012

Un episodio incredibile ha interessato qualche settimana fa, la notte tra sabato 25 e domenica 26 marzo, la spiaggia di Los Frailes, nel sud della Baja California, in Messico: oltre 200 metri di spiaggia sono sprofondati in mare a oltre 100 metri di profondità! Il tutto è successo all’improvviso, nella notte, in quanto al tramonto della sera prima la spiaggia è stata com’era sempre stata mentre poi all’alba i pescatori e i residenti locali si sono accorti dell’incredibile accaduto, che da settimane ha mobilitato esperti di tutto il mondo nella zona. Sono scomparse circa 13.000 tonnellate di sabbia, un fenomeno chiamato “cascata di sabbia” che è allo studio degli scienziati. Continua a leggere

Escalation Sismica Globale senza precedenti in atto!

Articolo del 17/04/2012

Un numero impressionante di terremoti stanno scuotendo la Terra, in particolare lungo i confini delle placche tettoniche. Dopo il potente sisma avvenuto al largo della costa a Nord di Sumatra lo scorso 11 aprile, il Pianeta sembra essere entrato in un'escalation sismica senza precedenti. La sua integrità strutturale rischia di essere compromessa. Iper-vulcanismo, grandi terremoti, ed una maggiore agitazione tettonica lungo tuttii gli archi vulcanici e le zone di subduzione rischiano di destabilizzare tutte le placche tettoniche in un modello spettrale di oscillazione sismica contunua. Continua a leggere

Piogge scarse e specie rimpicciolite. Come il clima sta cambiando il Pianeta

Articolo del 18/04/2012

Nel continente europeo ci troviamo di fronte ad un deficit pluviometrico senza precedenti. Il pianeta vive un’era di cambiamenti climatici consistenti e si prepara all’epoca della siccità, mentre i corpi delle specie animali e vegetali rimpiccioliscono per effetto del surriscaldamento. A descrivere il quadro, il rapporto dell'Organizzazione Meteorologica Mondiale, presentato il 23 marzo scorso, e un recente studio dell'Università nazionale di Singapore. Continua a leggere

 

 

Un crescente numero di vulcani in tutto il mondo si stanno risvegliando

Articolo del 18/04/2012

Dal 2011 a questa parte un numero crescente di vulcani quiescenti da molto tempo pare si stia lentamente riattivando,rispondendo alla dimunuzione dell’attività solare,quasi fosse il suo campo magnetico in diminuzione la causa della risalita di cospicui volumi di magma all’interno di questi ultimi,i brillamenti solari invece pare li scatenino quando le tempeste magnetiche investono la Terra.
Un riassunto di questi è d’obbligo
Continua a leggere

I piu' pericolosi vulcani del mondo si stanno risvegliando. Il prossimo anno si verifichera' una super eruzione?

Articolo del 18/04/2012

Riporto questo articolo pubblicato il 17 Novembre 2011 sul sito MeteoWeb: Meteo e Scienze del Cielo e della Terra.

I vulcani sottomarini sono in aumento esponenziale. I tremori armonici sono anche su una ripida salita. Secondo alcuni geologi  (Geophysical Research Letters) è possibile che i recenti tsunami siano i precursori di un massiccio spostamento di placche tettoniche e di una super eruzione vulcanica che farebbe impallidire quello che è accaduto 74 mila anni addietro. Effettivamente proprio 74 mila anni fa una massiccia eruzione vulcanica del monte Toba, nell’isola di Sumatra, in quella che sembra la più grande eruzione vulcanica che si sia mai verificata, rilasciò una spaventosa quantità di 2.800 chilometri cubici di magma in atmosfera, lasciando uno spesso strato di cenere in tutto il Sud Asiatico. Le nubi scure ridussero la temperatura mondiale in media di 8-10°C rispetto alle condizioni attuali e quasi l’80% degli esseri viventi, compresi gli esseri umani, morirono. Continua a leggere

Amazzonia: il polmone verde sta cedendo

Articolo del 25/04/2012 

Le capacita' di resistenza del'polmone' della Terra sta arrivando al limite. E' quanto emerge da una rassegna pubblicata sulla rivista Nature e curata da esperti internazionali che analizzano le trasformazioni in atto nel bacino dell'Amazzonia: i sintomi fanno pensare che gli'attacchi' umani, fino ad ora 'ammortizzati' naturalmente dalla foresta, stiano piegando pericolosamente le resistenze. I cambiamenti registrati ultimamente nella portata dei fiumie nelle precipitazioni potrebbero infatti rappresentare dei pericolosi indicatori d'allarme. Fino ad ora tutti gli studi avevano mostrato una grande 'resilienza', ovvero la capacita' di mantenere l'equilibrio del sistema nonostante l'intervento esterno dell'uomo, alle deforestazioni massicce e agli incendi. La grande foresta mostrerebbe segni di 'cedimento' con modifiche nei cicli dell'energia e dell'acqua in particolare nelle aree sud e orientali. In cinquant'anni, dal 1960 al 2010, il numero di abitanti nella regione amazzonica e' passato da 6 a 25 milioni e la superficie di foresta si e' ridotta di circa il 20% secondo i dati forniti da Greenpeace per cui ad oggi 700 mila km² di Amazzonia brasiliana sono stati distrutti, una superficie superiore a due volte l’Italia.  Continua a leggere

Circa 30.000 pesci morti rinvenuti lungo un fiume in Ohio, ancora ignote le cause

Articolo del 27/04/2012 

26 Aprile 2012 - OHIO - Il dipartimento per la salvaguardia della fauna selvatica dello stato dell'Ohio ha ricevuto una telefonata Domenica mattina da un pescatore che riferiva la presenza  di una massiccia quantita' di carcasse di pesci morti che galleggiavano lungo il percorso del fiume Rocky.Gli esperti Quando sono arrivati, hanno scoperto un corso d'acqua pieno di pesci morti. La causa della moria sara' oggetto di indagine da parte del dipartimento. Continua a leggere

Pesci ed uccelli stanno morendo in tutto il mondo

Articolo del 29/04/2012 

"Ci sarà un giorno in cui gli uccelli cadranno dal cielo, gli animali che popolano i boschi moriranno, il mare diventerà nero e i fiumi scorreranno avvelenati. Quel giorno, uomini di ogni razza si uniranno come guerrieri dell'arcobaleno per lottare contro la distruzione della Terra". Profezia Hopi

Qualcosa di strano sta accadendo nel mondo. In primo luogo le autorità hanno affermato che era il freddo che stava uccidendo gli uccelli ed i pesci, ma ora sta accadendo in tutto il mondo, in troppi luoghi caldi. Quindi non è il freddo che uccide tali animali.

E' possibile che il mondo intero improvvisamente sia diventato velenoso? Cosa sta accadendo? Continua a leggere

1200 Pellicani trovati morti lungo la costa nord del Peru', si infittisce il mistero!

Articolo del 30/04/2012 

Oltre 1200 pellicani sono stati rinvenuti senza vita, per cause ancora misteriose, lungo le spiagge del nord del Peru’. Lo hanno reso noto i media locali, precisando che secondo Francisco Niquen, presidente dell’Associazione pescatori artigianali di Puerto Eten, ”ci sarebbero ancora molti pellicani agonizzanti”e quindi il bilancio sarebbe ancora provvisorio. Sullo stesso litorale, come sottolineato dall’ambientalista Heinz Plengue, tra gennaio ed aprile scorso, sono stati trovati morti 877 delfini. Continua a leggere

E' arrivata la primavera ma con il 40% di rondini in meno

Articolo del 03/05/2012

Arriva la primavera, ma le rondini stanno scomparendo. A causa dei cambiamenti climatici le migrazioni degli uccelli stanno subendo delle alterazioni che potrebbero influire sulla popolazione e sul loro futuro.

Come altre specie transahariane, infatti, anche le rondini subiscono gli effetti del "nuovo clima" già dallo svernamento in Africa dove le rondini che svernano nell’area tropicale a sud del deserto del Sahara rischiano di perdere consistenti fette di popolazione.. Questo fenomeno, secondo gli effetti, potrebbe comportare rischi ecologici gravissimi.

Almeno 16 milioni di coppie, provenienti dall’Africa dopo un viaggio di migliaia di chilometri, inizieranno ad arrivare dalla prossima settimana in Europa e con la consueta allegria “invaderanno” le nostre campagne per prepararsi alla nidificazione. Troveranno però un habitat trasformato: un’agricoltura intensiva che utilizza prodotti chimici e la modernizzazione di stalle e fienili hanno già causato un gravo declino di questa specie, calata del 40% negli ultimi decenni. Continua a leggere

Marea nera nel Golfo del Messico: trovati gamberetti mutanti

Articolo del 03/05/2012

Uno dei più grandi disastri ambientali di tutti i tempi, la marea nera del Golfo del Messico del 20 aprile 2010, mostra forse il suo malefico effetto ritardato sulla fauna marina del golfo. Lanciano l'allarme biologici e oceanografi che si stanno occupando della situazione ecologica e ambientale dell'area interessata dal disastro della marea nera.

Si parla dello sversamento di circa 5 milioni di barili di petrolio a cui bisogna aggiungere almeno altri 7 milioni di litri di Corexit, un solvente per disperdere le chiazze oleose, sostanza delle quale non è ben conosciuta la composizione e la tossicità. Continua a leggere

Migliaia di uccelli trovati morti lungo le spiagge del Cile

Articolo del 15/05/2012

12 maggio 2012 - CILE - Un nuovo evento di estinzione di massa avvenuto lungo le spiagge del Pacifico, questa volta in Cile, dove circa 2.000 uccelli sono stati trovati morti, a riferirlo e' stato il direttore del museo di storia naturale. La CNN riporta che il numero di uccelli morti potrebbe essere ancora maggiore, si stima intorno ai 2300.

"E 'una scena orribile. Essi sono sparsi per circa sei chilometri di spiaggia" intorno alla città costiera di Santo Domingo e San Antonio. La maggior parte degli uccelli sono procellarie grigie, ma ci sono anche pellicani, sule e cormorani Guanay. Continua a leggere

Emilia Romagna 125 scosse sismiche in 20 ore, 7 morti e 50 feriti!

Articolo del 21/05/2012

20 maggio 2012 - Continua la sequenza di scosse in Emilia Romagna nella direttrice Ferrara-Mirandola. Dopo il forte evento delle ore 04:03 di Mw 6.1 sono seguite altre 124 scosse di rilevante magnitudo quasi tutte percepite dalla popolazione. Alle ore 15:18 i sismografi hanno registrato un nuovo terremoto di Magnitudo Richter superiore al quinto grado e rimane alta la possibilità che tali scosse possano proseguire nella notte e nei prossimi giorni.

Chi vive in abitazioni costruite senza criteri anti sismici è bene che trascorra la notte fuori dalle proprie case. Continua a leggere

Il sisma emiliano era prevedibile. Attenti alle anomalie al sud

Articolo del 21/05/2012

Il terremoto che ha colpito domenica 20 Maggio l’Emilia Romagna e ucciso 7 persone era prevedibile per una serie di anomalie analizzate. Lo rivela un‘intervista fatta al professore Alessandro Martelli, Direttore del Centro Enea di Bologna. L’ingegnere sismico, apprezzato esperto di fama nazionale e non solo, rivela un rischio ulteriore molto più grave che potrebbe adesso colpire il sud

Direttore, era prevedibile il terremoto in Emilia? Ci sono state analisi precedenti?

Si, era stato previsto. Ci sono dei “cosiddetti” strumenti di previsione che sono fatti in diversi Paesi, in Italia li fa l’International Centre for Theoretical Physics (ICTP) e l’Università di Trieste. In base al verificarsi di possibili anomalie nelle tre zone italiane, nord, centro e sud vengono emessi degli allarmi. E’ un po’ come misurare la temperatura corporea e vedere se hai la febbre. Continua a leggere

Fracking: L'estrazione di petrolio puo' generare terremoti

Articolo del 21/05/2012

La pratica delle fratturazioni idrauliche e' in grado di provocare terremoti e altri fenomeni geologici pericolosi. E' quanto confermano due studi separati, uno a opera della U.S. Geological Survey e uno commissionato dal Department of Energy and Climate Change in Gran Bretagna. Le fratturazioni idrauliche, dette anche fracking, consistono nel pompare ad altra pressione acqua, sabbia e sostanze chimiche in profondita' per frantumare le rocce, in modo da poter estrarre petrolio e gas naturale. Continua a leggere

Peru': migliaia di crostacei trovati senza vita lungo le coste

Articolo del 27/05/2012

Maggio 25, 2012 - PERU - Cosa sta accadendo lungo la costa del Pacifico tra Cile e Peru'? Dopo i delfini, i pellicani e le procellarie adesso migliaia di crostacei sono stati trovati morti al largo della costa di Lima, così ha dichiarato la Marina peruviana Venerdì. La causa della morte è sotto inchiesta, ha detto il ministro dell'Industria e della Pesca Gladys Triveno, avvertendo che "sarebbe prematuro dare una spiegazione a questo insolito fenomeno." Continua a leggere

Ancora Terremoti in Emilia Romagna: 51 sismi in un giorno

Articolo del 28/05/2012

Nella giornata del 27 maggio si contano complessivamente 51 terremoti a partire dalle ore 00:00 UTC fino alle ore 14:00 UTC. Due soli terremoti hanno superato la magnitudo 3 e precisamente alle ore 04:55 di M 3.2 e alle ore 08:39 di M 3.1. Sono sei gli eventi fra M 2.5 e M 2.9 e quarantatre i terremoti inferiori al grado 2.5 della Scala Richter. Continua a leggere

Maryland: 100.000 pesci morti misteriosamente sul lungomare di Baltimora

Articolo del 29/05/2012

Il dipartimento dell'ambiente del Maryland stima che siano almeno 100.000 i pesci di diverse specie rinvenuti senza vita lungo il litorale di Baltimora, una distesa maleodorante di pesce in decomposizione che e' apparsa sul lungomare durante gli ultimi giorni. Gli esperti sono al lavoro per capirne le cause che per il momento rimangono ancora sconosciute. Continua a leggere

Terremoti in Emilia: la terra si è alzata di 15 centimetri e alcuni quartieri rischiano di sprofondare!

Articolo del 29/05/2012

Continua emergenza sismica in Emilia dove il sindaco di Sant'Agostino, una delle zone piu' duramente colpite dal sisma, ha deciso di far evacuare ben due quartieri della frazione San Carlo per rischio sprofondamento. Il fenomeno della “liquefazione” mai verificatosi prima di oggi nella nostra penisola è osservabile nella località di Sant’Agostino dove una lunga crepa ha letteralmente spaccato il paese, spostando gli immobili limitrofi di circa dieci centimetri. Continua a leggere

Altro Terremoto di magnitudo 5.8 in Emilia: 9 morti. Qual è la vera causa?

Articolo del 29/05/2012

Dopo la scossa di magnitudo 5.8 Richter a 10.2km di profondità, delle ore 09:00 di stamattina, che ha fatto tremare tutto il centro/nord Italia, altre repliche di entità significativa hanno interessato la stessa area epicentrale, tra modenese e ferrarese: la prima è stata di magnitudo 4.0 Richter a 10km di profondità alle ore 09:07, la seconda di magnitudo 3.6 Richter a 11km di profondità alle ore 07:13, la terza è stata di magnitudo 3.2 Richter a 7.4km di profondità alle 09:30 e la quarta di magnitudo 3.1 Richter a 16.6km di profondità, alle 09:38. Le scosse di stamattina, per quanto intense, sono ben più profonde rispetto a quelle dei giorni scorsi, con un ipocentro intorno ai 10km e oltre rispetto a quelle, ben più superficiali, che hanno scosso l’Emilia addirittura fino a poche centinaia di metri dal suolo. Inoltre alle ore 10.25 e 10.40 altre due sismi di magnitudo 4.7 e 4.6 rispettivamente. Continua a leggere

Giuliani: i terremoti si possono prevedere, e pochi giorni dopo gli bloccano il sito!

Articolo del 04/06/2012

In un intervista a servizio pubblico, la trasmissione di Michele Santoro, Gianpaolo Giuliani esterna delle verita' sconvolgenti, ribadendo la prevedibilita' dei terremoti con il metodo dei precursori sismici con rilevatori Radon, apparecchiatura da lui ideata e che e' stata installata anche in California, ma totalmente ignorata dalla comunita' scientifica italiana.

Dopo pochi giorni il sito fondazione Giuliani, diventato un punto di riferimento per moltissimi della rete, è sotto attacco informatico rendendo impossibile l'accesso agli utenti Continua a leggere

Scienziati prevedono un grande terremoto al Sud

Articolo del 04/06/2012

Il quotidiano della Calabria  riporta la seguente notizia: «A breve, tra la Calabria e la Sicilia, potrebbe verificarsi un sisma distruttivo, di magnitudo 7,5 sulla scala Richter».  Alessandro Martelli, l’ingegnere che dirige il centro di ricerche Enea di Bologna, ha lanciato un allarme amplificato dal recente sisma in Emilia Romagna. Lui, assieme ad un altro esperto dell’agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile, è stato al centro dell’audizione in commissione Ambiente alla Camera. Martelli prima specifica: «Un terremoto catastrofico, molto più forte di quello dell’Emilia di questi giorni o dell’Aquila, potrebbe colpire e distruggere il Sud Italia, nei prossimi mesi o entro due anni» Continua a leggere

Il 5-6 Giugno Venere passera' davanti al Sole

Articolo del 05/06/2012

Questa volta lo spettacolo sarà visibile anche dall’Europa, e quindi dall’Italia. Al mattino del 6 Giugno, al sorgere del Sole, il pianeta Venere starà già transitando sul disco del Sole, e ne uscirà alle 6:55. Venere apparirà come una sagoma nera ampia 58 secondi d’arco, circa il 3% del diametro solare. Dimensioni che consentiranno la visione ad occhio nudo.

Alle 00:04 del 6 giugno prossimo la Terra, il Sole e Venere saranno perfettamente allineati. Venere è un pianeta “interno”, sta cioè fra noi e la nostra stella. Per questo dalle 00:04 alle 06.55 (ora locale), dalla Terra, si potrà vedere Venere passare davanti al Sole, una specie di mini eclissi, dato che questo pianeta ci appare circa 30 volte più piccolo del Sole. Leggi tutto

Il pianeta rischia un estinzione di massa,10.000 pesci morti in Missouri!

Articolo del 08/06/2012

6 GIUGNO 2012 - Blue Springs, Mo -. Esperti del dipartimento ambientale del Missouri stanno cercando di risolvere il mistero del lago Blue Springs Lake. Quello che inizialmente sembrava essere un fenomeno isolato, che aveva visto coinvolte alcune decine di carpe, si e' poi trasformato in una vera e propria ecatombe, 10000 sono per il momento le carcasse di pesci morti estratte dalla acque del lago. Continua a leggere

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Gamberi senza occhi